di Augusto Tocci

Sono tantissimi i sistemi di cottura delle uova ma quello di prepararle come faceva un boscaiolo del Senatello, località nei pressi del Monte Fumaiolo, è veramente sorprendente.

Si prende vino rosso si porta all’ ebollizione E si cerca di provocare un vortice muovendo con la schiumarola di legno, girando in senso orario il liquidò e senza perder tempo ci si rompono le uova intere, facendole cadere da poca distanza.

Come avviene per le uova in camicia, piano piano l’album e si aggroviglia intorno al tuorlo e, a cottura avvenuta, pochi minuti, si prelevano singolarmente le uova, sempre con la schiumarola di legno, e si adagiano sopra un letto di foglie di Pin pinella, il vino residuo non deve essere buttato ma conviene aromatizzarlo mettendoci a freddo altre foglie di Pimpinella.

UOVA ALLA BOSCAIOLA